Le schede didattiche di scienze sono uno strumento molto utile sia per gli insegnanti che per gli alunni e costituiscono un importante supporto che facilita e stimola il processo di apprendimento.

Le schede di scienze si prefiggono un duplice obiettivo: stimolare gli allievi, spingendoli a mettere in pratica con esercizi e giochi ciò che hanno imparato a lezione; fornire agli insegnanti un elemento concreto per valutare il grado e la qualità dell’apprendimento della materia da parte dei propri studenti.

Come funzionano le schede didattiche di scienze

Le schede didattiche costituiscono un’indispensabile integrazione pratica delle lezioni teoriche. Le schede didattiche di scienze, infatti, aiutano gli alunni a consolidare quanto appreso e forniscono la visione concreta di nozioni complesse che altrimenti resterebbero confinate nella sfera dell’astratto. La scienza, rispetto alle altre discipline scolastiche, è forse quella che maggiormente necessita dell’uso di schede didattiche.

Questo perché è una materia che trova immediato riscontro nella realtà ed è fondamentale che i più piccoli percepiscano le scienze come campo concreto di leggi e princìpi che stanno alla base della realtà che li circonda.

Applicazione delle schede didattiche di scienze

L’apprendimento delle scienze è un processo complesso che riguarda molteplici ambiti e contesti. Le scienze, infatti, comprendono una varietà di sottoinsiemi: scienze naturali, scienze biologiche, scienze astronomiche, chimica, ecc., tutti ambiti strettamente riguardanti il mondo e la realtà in cui siamo immersi. È fondamentale, dunque, che il primo approccio che le schede didattiche di scienze devono fornire agli alunni sia la percezione di trovarsi di fronte a una materia composta da fatti concreti e non da modelli fantasiosi e puramente teorici. Le schede di scienze dovranno in primo luogo essere uno strumento di esplorazione e di comprensione dell’universo e dell’essere umano. Risultano dunque particolarmente adatte a questo scopo, perché interattive e stimolanti: grazie a esercizi, domande e schemi, permetteranno agli alunni di padroneggiare la realtà e, in secondo luogo, forniranno risposte a tanti interrogativi che spesso i più piccoli si pongono, come ad esempio: perché la terra gira? Perché respiriamo? Perché il sole è caldo?

Disporre dell’attrezzatura appropriata e di laboratori che permettono osservazioni ed esperimenti sarebbe ottimale per rendere ancora più solido l’apprendimento delle nozioni scientifiche, ma purtroppo non è sempre possibile. Le schede didattiche di scienze potranno essere in questi casi un valido sostituto, fornendo agli alunni una serie di esercizi e di strumenti che non solo renderanno la teoria più semplice da comprendere, ma che saranno anche uno stimolo per accendere la curiosità e la voglia di approfondire gli argomenti trattati.