Didacta è la maggiore fiera espositiva dedicata al mondo della scuola e dell’educazione esistente in Europa. Sorta in Germania, dove si svolge da oltre cinquant’anni, la manifestazione sbarca quest’anno in Italia, a Firenze, esattamente alla Fortezza da Basso, dove si terrà da mercoledì 27 a venerdì 29 settembre su iniziativa di Firenze Fiera, della Regione Toscana, del Comune di Firenze e di Indire.

Imponenti sono i numeri di questa prima edizione di Didacta Italia. Su un’area espositiva di circa 25 mila metri quadrati, oltre centocinquanta saranno gli espositori istituzionali ed associativi (l’obiettivo iniziale era portarne almeno cinquanta), con spazi dedicati a laboratori e seminari, circa quattromila docenti partecipanti – anche in questo caso ben oltre le attese – cento workshop, centocinquanta espositori, ben ottomila prenotazioni individuali ai seminari, il tutto su cinque sale tecniche con duecento posti ciascuna e una moltitudine di eventi “fuori salone”, nelle piazze e nei palazzi storici di Firenze, eventi in gran parte dedicati a studenti e famiglie.

“Siamo orgogliosi e soddisfatti che la prima edizione di Didacta Italia si svolga in Toscana e in particolare a Firenze”, ha sottolineato nel corso della presentazione alla stampa l’assessore regionale Cristina Grieco che ha le deleghe a formazione, istruzione e lavoro. “Anche per la Regione Toscana è un’importante sfida – ha proseguito -. Per tre giorni la Fortezza da Basso sarà un luogo di dialogo, confronto e buone pratiche sul mondo della scuola e dell’innovazione. E’ un segnale dell’apertura del sistema di istruzione e formazione al confronto, sia interno che esterno, e ha come obiettivo l’innovazione della filiera del sapere, dell’istruzione e della formazione, come passo necessario per governare i cambiamenti in atto nella società italiana ed occasione di crescita per le nuove generazioni”.

“La Regione Toscana – ha continuato l’assessore Grieco – partecipa al comitato organizzatore di Didacta Italia 2017 e sarà presente alla fiera con un proprio stand, realizzato grazie ai finanziamenti del Fondo sociale europeo”. E ancora: “Intendiamo valorizzare le eccellenze del modello toscano di educazione ed istruzione, attraverso la presentazione e l’illustrazione di progetti ed iniziative realizzate dagli studenti toscani nell’ambito delle azioni di sistema promosse dalla Regione. Un ricco programma di seminari tecnici, rivolti a tutto il mondo della scuola, animerà inoltre l’area fieristica della Regione rappresentando un’occasione di condivisione e riflessione sullo stato dell’arte e sul futuro della formazione”.

Didacta Italia ospita aziende della filiera della scuola e dell’istruzione. Al centro dell’attività fieristica, il settore dell’editoria, le tecnologie informatiche, l’arredo, la refezione, con workshop sulle innovazioni del modello educativo, sulla robotica, sulla collaborazione con le scuole europee e lo studio delle tecnologie integrate. Ampio spazio sarà inoltre rivolto ai metodi di promozione, alle competenze strategiche ed a tutte le tecniche di miglioramento dei processi educativi.

Nei tre giorni di Didacta Italia, alla Fortezza da Basso, si svolgeranno convegni nazionali aperti a tutti sulle tematiche più svariate, dal programma Erasmus ad E-twinning, da Avanguardie educative a Piccole scuole e Traineeship. Gli eventi in calendario fuori dalla Fortezza, denominati Didacta Off, rivolti essenzialmente ai giovani, riguardano seminari, spettacoli teatrali e cinema.

“E’ per noi una prima volta importante – ha commentato la vice sindaca di Firenze, Cristina Giachi – e un motivo di orgoglio il fatto che Didacta abbia scelto l’Italia e Firenze per uscire dalla Germania. La fiera, che su proposta del sindaco Dario Nardella è dedicata a Don Milani, innovatore ante litteram, è la rappresentazione plastica di come la scuola non sia solo di chi insegna e di chi impara”. “Riguarda tutti i cittadini, è un momento fondamentale – ha sottolineato – e per questo Didacta Italia non è una fiera come le altre. All’interno c’è tutto, compresa l’alimentazione con una giornata dedicata, e per questo e per il grande lavoro che c’è stato dietro a questo grande evento invitiamo tutti a partecipare”.

“Questa fiera è l’esempio vivente che quando si fa sistema riusciamo in imprese importanti per promuovere il nostro territorio – ha proseguito l’assessora fiorentina al turismo, alle fiere, congressi, marketing territoriale e attrazione deglii investimenti, Anna Paola Concia – . Didacta Italia è un grande orgoglio per Firenze, che diventa punto di riferimento nel Paese per il mondo della scuola, e dal prossimo anno si estenderà ai paesi del Mediterraneo”. “E’ una fiera di altissima qualità che va anche nella direzione che ci siamo dati: promuovere il turismo congressuale e fieristico – ha concluso -. Inoltre è un evento che si apre e coinvolge tutta la città con Didacta Off, un insieme di appuntamenti dislocati fra Palazzo Vecchio, il complesso delle Murate e l’Auditorium di Santa Apollonia, dove si affronteranno temi fondamentali legati al mondo della scuola coinvolgendo gli studenti e tutta la cittadinanza”

Alla conferenza stampa di stamani, assieme all’assessore Grieco, hanno partecipato anche il presidente di Indire Giovanni Biondi, che ha sottolineato come la fiera viva nel segno dell’internazionalità con l’arrivo di insegnanti da tutta Italia, e il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale Domenico Petruzzo, che ha ricordato come una riflessione sulla scuola sia in fondo parte di una riflessione, più ampia, su un mondo che cambia. C’era anche Giacinto Bosco per Firenze Fiera, che si è soffermato sul fatto che Didacta Italia, così come la versione tedesca, sia una fiera che parla al mondo produttivo con un forte contenuto scientifico.

Didacta Italia è organizzata da Firenze Fiera assieme a Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze e Didacta International con il supporto della Itkam, ossia la Camera di commercio italiana per la Germania, di Florence convention & visitors bureau con la partnership scientifica di Indire, l’Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa che ha sede a Firenze. La manifestazione è patrocinata dal Ministero dell’Università e della ricerca scientifica, dal dipartimento delle Politiche europee della Presidenza del consiglio dei ministri, dall’Ambasciata della Repubblica federale di Germania in Italia, dal Centro italo-tedesco Villa Vigoni, dall’Unioncamere e da Assocamere per l’estero.