Educazione finanziaria nelle scuole: l’esperienza della Banca d’Italia

La Banca d’Italia è impegnata da molti anni nella promozione dell’educazione finanziaria. Infatti, cittadini con maggiori conoscenze nel campo finanziario comprendono più chiaramente rischi e opportunità dei prodotti offerti; compiono scelte più consapevoli su indebitamento, risparmio e previdenza; contribuiscono alla formazione di un mercato più inclusivo, efficiente e stabile. Un canale privilegiate per favorire l’alfabetizzazione finanziaria dei cittadini è la scuola. La scuola, infatti, da un lato, consente di raggiungere una vasta fascia della popolazione, con riferimento a tutti i ceti sociali; dall’altro, agevola il processo di familiarizzazione dei consumatori di domani ai temi finanziari, prima che giunga il momento della vita in cui dovranno effettuare scelte che incideranno sul loro benessere economico. La Banca d’Italia, offre per gli studenti numerose iniziative di educazione finanziaria e, in particolare in qualità di amministrazione pubblica che può svolgere corsi riconosciuti dal MIUR ai sensi dell’art. 1 comma 7 della Direttiva 170/2016, propone, da oltre un decennio, il progetto Educazione finanziaria nelle scuole. Questo progetto, coerente con gli obiettivi prioritari della Buona Scuola, è ispirato a una didattica per competenze e si caratterizza per l’offerta di percorsi formativi dedicati ai docenti di tutti i livelli scolastici, che affronteranno i temi economici e finanziari in classe con i loro studenti integrandoli nell’apprendimento curricolare. Il seminario sarà l’occasione per presentare la nuova offerta formativa dell’Istituto che, profondamente rinnovata nei contenuti e nella didattica, verrà proposta per la prima volta nell’anno scolastico 2018/19. Il nuovo materiale, ispirato alla tecnica dello storytelling, è maggiormente orientato nei contenuti alle indicazioni formulate in ambito OCSE. Mira a favorire il coinvolgimento e l’immedesimazione degli studenti in storie in cui possano riconoscersi per cogliere a pieno le ricadute pratiche dell’apprendimento teorico. La nuova offerta presuppone un cambio di filosofia nella conduzione della formazione degli insegnanti a cura della Banca d’Italia, orientata a costruire insieme una metodologia didattica più appropriata a un’esperienza di apprendimento concreto dei ragazzi. Il workshop, a partire dall’illustrazione delle nuove risorse, propone una concreta “esperienza di utilizzo” per testare direttamente con i docenti l’organizzazione delle lezioni in classe e riflettere sull’integrazione dell’educazione finanziaria nei programmi scolastici, anche al fine di raccogliere feedback e suggerimenti sulla didattica.

 

Target

Primaria / Secondaria di primo e secondo grado

Info

Data: 18/10/2018
Orario: 12:10 - 13:00
Sala: E4 Terra
Tipologia: Eventi organizzati da enti e aziende