Valido per la formazione in servizio

Fotoinserimento di modelli tridimensionali con Sketchup

Attenzione!! Tutti i posti del workshop sono già stati prenotati

L’informatica ha favorito in vari campi di attività una vera e propria esplosione della categoria cosiddetta “prosumer”: utenti che, svincolandosi dal classico ruolo passivo, assumono un ruolo più attivo nel processo che coinvolge le fasi di creazione, produzione, distribuzione e consumo, persone molto preparate che “fanno qualcosa” per passione, prima che per professione. Nel campo della tridimensionalità questa esplosione non c’è stata. Sketchup è il software di modellazione 3D più semplice e diffuso al mondo: facilita l’ingresso in un mondo prima inaccessibile e offre possibilità di livello professionale a chi ne voglia approfittare. Caratteristica principale del programma è che si ispira direttamente al disegno manuale, consentendo in poche operazioni di trasformare uno schizzo bidimensionale in un vero e proprio modello 3D. Ideale per la progettazione architettonica (ma anche per il design di oggetti), si interfaccia con i principali programmi Cad.
L’esperienza di laboratorio si propone di introdurre all’utilizzo degli strumenti di base, con la creazione di un oggetto semplice che, attraverso le esercitazioni pratiche e la familiarità sempre crescente con nuove funzionalità e comandi, può facilmente diventare modello complesso per un progetto completo. Il foto inserimento è forse una delle caratteristiche più nascoste del programma, eppure basta un comando veloce e si hanno a disposizione comandi intuitivi per sistemare la propria vista prospettica in accordo con una foto scattata. Basta selezionare il comando “Importa” dal menù file, importare un’immagine e selezionare l’opzione “Utilizza come nuova foto abbinata”: si aprirà un’interfaccia che permette di regolare gli assi prospettici e la scala di proporzione.  Fatto questo, sarà possibile iniziare a modellare una scena, e tutte le modifiche saranno in accordo con la prospettiva impostata. Il workshop si propone di esemplificare questo processo: si intende utilizzare la foto di Ville Savoye (una residenza privata progettata da Le Corbusier) con linee prospettiche chiare ed evidenti e progettare, con gli stessi assi prospettici, un porta locandine di forma semplice. Il lavoro potrà essere in seguito concluso con un  fotoinserimento attraverso l’utilizzo di programmi Open Source di foto ritocco come GIMP.

Destinatari: docenti di discipline progettuali (ad esempio docenti di Progettazione e Laboratorio del Liceo Artistico 3/4/5 anno degli indirizzi di Architettura, Design, Scenografia ecc.).

 

 

Relatori

  • Alberto Grandi – Docente Progettazione e Laboratorio Liceo Artistico “Candiani” Busto Arsizio
  • Marco Chiarello – Architetto, Docente corsi CAD e BIM, consulente

Info

Target: Secondaria II grado
Data: 20/10/2018
Orario: 16:15 - 18:15
Sala: C7 Attico
Tipologia: immersive