E’ stata presentata stamani nella Sala Pegaso della Regione Toscana, Fiera Didacta Italia, la più importante manifestazione che si terrà a Firenze, alla Fortezza da Basso, dal 27 al 29 settembre 2017.
La ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli è intervenuta alla presentazione inviando una lettera di saluto – che è stata letta dall’assessore comunale al turismo Anna Paola Concia – agli oltre cento dirigenti scolastici toscani.
Di seguito la lettera:
“Carissime, carissimi,
mi dispiace non essere qui con voi oggi, ma impegni istituzionali mi trattengono altrove. Ci tenevo però particolarmente a inviarvi un messaggio in occasione di questa mattinata.
Fiera Didacta Italia rappresenta un segnale concreto dell’apertura del sistema di istruzione e formazione italiano al confronto internazionale. Quello che vedremo a Firenze dal 27 al 29 settembre sarà un dibattito alto fra tutti gli operatori interessati, i protagonisti della scuola, gli enti, le associazioni, le imprese. Ci saranno eventi e convegni nazionali anche con la partecipazione del Miur.
Avremo le esperienze di successo di Paesi europei che potranno offrire spunti di riflessione e modelli. Didacta sarà un luogo di contaminazione, uno spazio dove conoscere e diffondere metodi di formazione innovativi, scambiare esperienze e diffondere buone pratiche. Invito le docenti e i docenti a partecipare: la Fiera è parte degli eventi collegati al nostro Piano pluriennale di formazione.
Siamo particolarmente orgogliosi di questa iniziativa. Portare in Italia l’esperienza tedesca – Fiera Didacta si svolge da oltre 50 anni in Germania – è un’operazione importante per il nostro Paese. È un cambio di passo e di prospettiva. È l’espressione della forte voglia di innovazione e apertura che c’è nel nostro sistema scolastico.
Fiera Didacta Italia rappresenta un’occasione di crescita, che dobbiamo sfruttare al massimo, perché prepararsi adeguatamente a sostenere il cambiamento è un dovere, una responsabilità a cui non dobbiamo mai venire meno. Durante i tre giorni della Fiera i
diversi protagonisti del mondo della scuola e dell’impresa potranno incontrarsi, dialogare e scambiarsi storie ed esperienze, metodi o perplessità. Ci aspettiamo dunque che emergano spunti di miglioramento e proposte”.