L’Indire (Istituto Nazionale Documentazione Innovazione e Ricerca Educativa), il più antico ente di ricerca del Ministero dell’Istruzione, fondato a Firenze nel 1925, è partner scientifico di Didacta Italia, la fiera dedicata all’istruzione e alla formazione. L’Istituto è oggi il punto di riferimento per la ricerca educativa in Italia. Sviluppa nuovi modelli didattici, sperimenta l’utilizzo delle nuove tecnologie nei percorsi formativi, promuove la ridefinizione del rapporto fra spazi e tempi dell’apprendimento e dell’insegnamento. L’Istituto vanta una consolidata esperienza nella formazione in servizio del personale docente, amministrativo, tecnico e ausiliario e dei dirigenti scolastici, ed è stato protagonista di alcune delle più importanti esperienze di e-learning a livello europeo.

In occasione della manifestazione italiana, l’Indire ha messo in piedi un programma denso di eventi formativi che arricchiranno la tre giorni e che vanno nella direzione della “scuola del futuro”.

Saranno oltre 60 gli appuntamenti, tra workshop e convegni, dedicati a formatori, educatori e insegnanti. Tanti i temi al centro degli incontri, consultabili nella sezione Programma: innovazione della didattica, uso consapevole delle tecnologie, fino ad arrivare agli arredi e alle architetture scolastiche. In particolare segnaliamo quelli a cura di “Avanguardie Educative”, il movimento fondato da Indire e da 22 scuole capofila, che dal 2014 mira a creare una rete di Istituti (oggi circa 600) impegnati a trasformare il modello trasmissivo della scuola, individuando e supportando esperienze d’innovazione “dal basso”. In programma a Didacta anche una serie di seminari che hanno al centro della discussione le architetture scolastiche innovative e i nuovi arredi per la scuola del futuro. Appuntamenti, questi, durante i quali verrà approfondito e analizzato il rapporto tra gli spazi e i tempi dell’apprendimento e i nuovi modelli di organizzazione della didattica. Non mancheranno momenti di incontro dedicati alla robotica, alle stampanti 3D in classe e alla didattica immersiva.

I corsi comprendono quindi cinque macro aree: L’innovazione del modello educativo, l’innovazione della didattica, i temi di educazione comparata, l’innovazione con tecnologie e quando lo spazio insegna.

Ricordiamo che Fiera Didacta Italia è inserita dal Miur tra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti.