La Scuola tra Stampa e Digitale – PNSD

Negli ultimi anni il sistema scolastico sta vivendo delle vere e proprie rivoluzioni, in un contesto in cui proliferano nuove tecnologie e nuove metodologie didattiche, il contrasto tra stampa e digitale ne è un esempio evidente: l’arrivo di internet ha letteralmente smantellato il vecchio sistema di informazione, creando con i suoi aspetti sia positivi che negativi, un solco visto come incolmabile con tutto ciò che rappresentava la stampa. 

Così come a suo tempo la stampa di Gutenberg è stata una rivoluzione, nel caso dell’informazione digitale si è cercato un compromesso per una convivenza produttiva dei due mondi, integrandone i punti di forza e cercando di superarne le debolezze. Questo tipo di connubio non può che partire dalla culla dell’educazione: la scuola, lì dove le giovani menti vengono plasmate ed indirizzate verso il mondo esterno.
 

 
 

 

Piano Nazionale Scuola Digitale

Proprio per questo motivo il Miur ha deciso di scendere in campo con una vera e propria strategia di innovazione per la scuola, con l’obiettivo di sviluppare il sistema educativo e di integrare al meglio la “vecchia” stampa con la “nuova” era digitale. Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) varato nel 2015 ha infatti lo scopo di coinvolgere e guidare tutte le figure impegnate nel sistema scolastico nell’innovazione tecnologica, articolando una serie di interventi atti a sviluppare strumenti, competenze, contenuti e formazione utili per l’accompagnamento verso l’informazione e l’educazione digitale. Non solo, quindi, idee e suggerimenti, ma azioni concrete a partire dalla creazione di un framework per lo sviluppo delle competenze digitali, fino all’intervento effettivo nelle strutture per garantire accesso completo alla rete e formazione continua per il personale che andrà pian piano ad accompagnare gli studenti nel mondo dell’informazione a 360 gradi. Le idee provenienti dal Miur da rendere effettive nelle scuole si sviluppano, ovviamente, attraverso la collaborazione con tutte le realtà che hanno fatto dell’innovazione e del digitale il loro pane quotidiano, investendo e “creando” nuovi orizzonti per una società in continua evoluzione.

 

Didacta per la Scuola del futuro

Pensi di essere una di queste realtà? Mettere le tue conoscenze e le tue capacità al servizio della “rivoluzione digitale” che sta investendo le scuole italiane può essere un’idea che ritieni realizzabile? Anche per te, allora, è tempo di scavare più a fondo, approfondendo e coltivando questa nuova possibilità attraverso l’informazione ed il confronto. 

All’interno di Fiera Didacta 2019 che avrà luogo nella stupenda Fortezza da Basso di Firenze dal 9 all’11 ottobre, si proverà dunque a superare l’infinito scontro tra stampa e digitale in un convegno in cui tu, insieme a tante altre realtà dedite all’innovazione, potrai dire la tua ed approfondire così le modalità ed i mezzi con cui prendere parte a questo ambizioso progetto, capace nei prossimi anni di cambiare totalmente le carte in tavola nel mondo dell’informazione e soprattutto dell’educazione. 

Di seguito ti proponiamo alcuni dei convegni che potrai trovare interessanti durante l’edizione 2019 di Fiera Didacta:

  1. Le nuove concezioni di laboratorio: dalla trasformazione dello spazio all’innovazione del modello didattico
  2. “Carta sei ed in carta ritornerai”: cattiva progettazione del digitale e della stampa
  3. Scuola 2030: P come Pianeta

Partecipare alla Fiera Didacta sarà come immergersi in un oceano di nuove idee, dall’ambito umanistico a quello scientifico, idee totalmente declinate secondo la voce del verbo innovare. Un’occasione unica per discutere e crescere insieme, per conoscere e superare la nuova frontiera con creatività e impegno comune. 

Che altro dire: informati, informa e, soprattutto, mettiti in gioco!

 

 

 

 


 

Dove siamo