Articolo  di Manuela Repetto e Alessia Rosa (ricercatrici Indire)

Le abilità sociali insite nei processi di apprendimento vengono acquisite fin dalla scuola dell’infanzia, attraverso attività collaborative mirate e strutturate. Non si tratta solamente di proporre lavori di gruppo, ma di ideare percorsi capaci di massimizzare realmente le modalità relazionali e sociali dei bambini.

Sulla scorta dei dati incoraggianti raccolti nel corso del precedente anno scolastico, durante il quale una scuola dell’infanzia di Torino e una di Savigliano (Cuneo) sono state coinvolte in una sperimentazione di utilizzo della stampante 3D per circa sette mesi, si intende coinvolgere gli insegnanti nella simulazione di una delle attività realizzate con i bambini che hanno partecipato al progetto. Il workshop “Competenze sociali a 3 dimensioni”, uno degli oltre 150 eventi organizzati dall’Indire nell’ambito di Fiera Didacta Italia, si terrà mercoledì 9 ottobre dalle 15 alle 18.

Nello specifico, gli insegnanti saranno invitati a lavorare in gruppo sia attraverso l’impiego di strumenti tradizionali come la plastilina, sia attraverso la modellizzazione con la stampante 3D. Obiettivo di tale attività è quello di far sperimentare in prima persona ai docenti i processi decisionali e relazionali che vengono messi in gioco in attività di questo tipo. Attraverso un approccio ludico sarà così possibile comprendere le difficoltà e le opportunità in cui i bambini si imbattono quando nella didattica vengono organizzate attività strutturate in base al ciclo Think Make Improve. Si tratta in definitiva di comprendere come le competenze socio-relazionali debbano essere apprese ma soprattutto vissute e interiorizzate. Durante il workshop, inoltre, verranno presentati e sottoposti a validazione i protocolli di osservazione e le scale di valutazione relative al possesso di competenze sociali nei bambini.

Le relatrici sono le ricercatrici Indire Alessia Rosa e Manuela Repetto e la docente/formatrice Claudia Valle.