Al Teatro della Compagnia si è tenuto ieri a Firenze il concerto inaugurale di Fiera Didacta Italia, la grande manifestazione dedicata al mondo della scuola e della formazione in svolgimento da oggi, 18 ottobre, fino a sabato 20 alla Fortezza Da Basso di Firenze.

Sul palco, l’Orchestra Erasmus, un organico unico nel suo genere, composto da studenti di Conservatori e Istituti di musica italiani che hanno svolto o stanno svolgendo un’esperienza di mobilità internazionale Erasmus.

“Siamo orgogliosissimi di ospitare a Firenze questa manifestazione” – ha dichiarato nei saluti di apertura Anna Paola Concia, Consulente di ITKAM, la Camera di Commercio Italiana per la Germania. “Didacta ha due grandi anime: un’ ampia area espositiva e un’altra fatta di convegni e workshop dedicati agli oltre 7mila professionisti della scuola registrati ai circa 500 eventi in programma”.

Presente alla serata inaugurale anche il Sottosegretario al Ministero dell’Istruzione Salvatore Giuliano, che ha promesso nella tre giorni di manifestazione “un’attenzione particolarmente forte da parte del Miur a tutti gli operatori della scuola presenti a Didacta”.

Per Eugenio Giani, presidente del Consiglio Regionale della Toscana, “Didacta pone la scuola al centro della vita della comunità e per tre giorni renderà Firenze capitale dell’istruzione e della formazione”.

Infine, la coordinatrice Erasmus+ in Italia Sara Pagliai ha ricordato i numeri del Programma, che dal 1987 ha permesso a nove milioni di studenti e docenti di fare un’esperienza di mobilità in Europa e che vedrà nel prossimo settennato un raddoppio delle risorse, da 14 a 30 miliardi di euro. “La cultura e la bellezza sono i migliori compagni di viaggio per guardare con fiducia all’Europa del futuro e la musica, in particolare, supera ogni confine”.

I 50 giovani musicisti, diretti da Elio Orciuolo, hanno aperto il concerto con brani tratti dal “Barbiere di Siviglia” di Rossini e hanno poi proseguito con arie e musiche di Donizetti, Mascagni, Puccini e Bizet. La serata si è chiusa con l’Inno alla Gioia dalla Nona Sinfonia di Beethoven.