Domani (venerdì 11 ottobre) ultimo giorno per visitare alla Fortezza da Basso la mostra: riflettori puntati su economia circolare e sostenibilità ambientale

Si chiude domani (venerdì 11 ottobre) alle ore 18,30 alla Fortezza da Basso la terza edizione di DIDACTA ITALIA,  una mostra sempre più GREEN con un’intera area espositiva dedicata, allestita al piano attico del padiglione Spadolini, dove attraverso incontri e presentazioni di nuovi progetti e proposte formative, si è puntato a rafforzare il rapporto fra il mondo della scuola e quello dei vari soggetti – imprese e istituzioni – che già praticano iniziative a vantaggio di una società più pulita e ecosostenibile fin dalla prima età scolastica.

Sogno sostenibile è il concorso al centro dell’offerta formativa 2019-2020 presentato in anteprima in mostra da Alia Servizi Ambientali SpA rivolto alle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondo grado, con lo scopo di sensibilizzare i ragazzi sui temi relativi alla raccolta differenziata dei rifiuti, al riciclo e al rispetto dell’ambiente. Tre i progetti in campo: per i più piccoli i rifiuti e la raccolta differenziata saranno identificati con i colori (Colora la raccolta differenziata), mentre per i ragazzi delle scuole primarie un video tutorial di 15 minuti (Piccole azioni per grandi risultati) spiegherà i concetti alla base del riciclo dei rifiuti con canzoni e sorprese. Filmati interattivi sulla differenziazione e riciclo di 15 diversi materiali saranno messi a disposizione degli studenti delle scuole secondarie con il portale dedicato Waste Travel.
“Ho accettato con grande entusiasmo la proposta di Alia – ha dichiarato Lorenzo Baglioni, attore, cantante, performer – che mi ha scelto come testimonial per parlare di ambiente e sostenibilità in un momento in cui, lo abbiamo visto, i giovani possono davvero cambiare le cose. E’ anche un’occasione per me, raccontando questa bella iniziativa con un diverso modo di comunicare. Infine, quello che mi piace di questo progetto, è la modalità attiva scelta per il concorso Sogna sostenibile: spesso si fanno tante cose passive per i giovani, invece chiediamo loro di fare dei video, qualcosa che oggi è sempre più nelle loro corde. “

Una scuola sempre più Green rappresenta anche uno dei temi principali proposti in fiera da varie aziende partecipanti. Grande interesse ha suscitato nei visitatori il GrowRoom proposto da CampuStore , una grande  libreria naturale, una sfera circolare in legno con piante di tutti i tipi, un orto intelligente in classe. In mostra anche banchi costruiti con bottigliette di plastica riciclata, utili anche per produrre i filamenti per la stampante 3D, e i tavoli scrivibili (contro lo spreco di carta) che sfruttano un trattamento rivoluzionario delle superfici per diventare l’equivalente di una lavagna cancellabile.    

Sempre in tema di ecosostenibilità, in programma domani alle ore 9,00, il seminario “La filosofia per l’educazione allo sviluppo sostenibile” dove verrà affrontato il ruolo della filosofia per interpretare le sfide poste dagli “Obiettivi dell’Agenda 2030”.
Alle ore 11,00 nello stand di Legambiente (padiglione Spadolini, piano attico, stand 202) si svolgeràla presentazione del percorso educativo “Educare all’economia circolare”. Franco Salcuni e alcuni educatori di Legambiente presenteranno i materiali e le nuove per scuole e imprese.

Fra gli altri appuntamenti di domani (venerdì 11 ottobre) segnaliamo alle ore 9,00, nella Main Hall del Padiglione Cavaniglia, il progetto di Giunti Scuola e dell’Università di Perugia che illustreranno i risultati di una imponente ricerca sui benefici della lettura ad alta voce nella scuola primaria. La ricerca, diretta dal Prof. Federico Batini, ha monitorato un campione di 1500 alunni di tutta Italia del progetto “Leggimi ancora. Letture ad alta voce e life skills” che ha coinvolto più di 13mila docenti in tutta Italia. Ospite del convegno anche Roberto Piumini, autore per bambini e ragazzi, che chiuderà il convegno con lo spettacolo “Rosso, bianco armonico”.
 
Nel pomeriggio, alle ore 14,30 occhi puntati su “Comusicare – Flussi di processi didattici”, dove verrà posta l’attenzione non sul “cosa” ma sul “come” giocare con la musica a scuola, vivendo un’esperienza di flusso di processi didattici dove non servono le parole. Si parlerà di body percussion, canti tradizionali, canoni ritmici e melodici, giochi musicali di collaborazione, attività di improvvisazione individuale e di gruppo.