Sono state presentate stamani – giovedì 11 luglio – a Palazzo Strozzi Sacrati da Cristina Grieco, assessore a istruzione, formazione e lavoro della Regione Toscana, le attività messe in campo dalla Regione in collaborazione con l’Usr all’interno della terza edizione di Didacta Italia, dal 9 all’11 ottobre alla Fortezza da Basso. A fianco di Cristina Grieco, Ernesto Pellecchia, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale, Paola Concia, coordinatrice del comitato organizzativo della mostra e Sara Funaro, assessore all’ educazione, università e ricerca del Comune di Firenze.

“La Toscana sarà presente con uno stand ancora più ampio rispetto al passato per dare maggiore risalto alle eccellenze presenti nella nostra regione” ha sottolineato Cristina Grieco, che ha invitato gli interessati ad “iscriversi velocemente, perché l’esperienza delle scorse edizioni insegna che le prenotazioni arrivano numerose da tutta Italia e i posti disponibili si esauriscono in breve tempo”.  Coinvolti più di 1.500 fra docenti e dirigenti scolastici, invitati a partecipare ad una serie di momenti formativi ed informativi.

“Nella prossima edizione di Didacta l’Usr condividerà con la Regione alcuni rilevanti progetti – Toscana Musica, uno di educazione ambientale e un altro sulla figura di Aldo Moro” ha affermato Ernesto Pellecchia.

“Il claim dell’edizione 2019 di Didacta Italia, dedicata a Leonardo da Vinci, è “Voce del verbo innovare” perché da qui si getteranno le basi per il futuro della scuola italiana nel nome dell’innovazione, facendo leva sulla trasformazione digitale e l’evoluzione tecnologica”, ha dichiarato Paola Concia, coordinatrice del comitato organizzativo che ha aggiunto: “Tante le novità di questa terza edizione che vede a fianco di un sempre più ricco programma scientifico a cura di Indire, un’ampia selezione commerciale in crescita, con la partecipazione di aziende leader su scala nazionale ed internazionale”

“Siamo fieri di ospitare a Firenze Fiera Didacta Italia, un evento che proietta la nostra città e la Toscana in una dimenzione nazionale ma anche internazionale”, il commento di Sara Funaro, assessore a educazione, università e ricerca del Comune di Firenze.