In occasione di Fiera Didacta Italia il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha organizzato una serie di eventi nello spazio Arena del padiglione Cavaniglia.

Il 9 ottobre, alle ore 12 l’Istituto Nazionale di Statistica presenta “Il censimento permanente sui banchi di scuola”. Sono previsti interventi di Francesca Vannucchi della Direzione Centrale per la Comunicazione, Patrizia Collesi della Direzione Centrale per lo Sviluppo dell’informazione e della cultura statistica e Alessandro Valentini Dirigente Ufficio Territoriale per l’Emilia Romagna, la Toscana e l’Umbria. Il focus iniziale è dedicato al censimento a cura dell’Istat in collaborazione con il Miur, che si svolgerà durante questo anno scolastico, in concomitanza con l’avvio del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. Lo scopo è dare vita a un percorso informativo e a un concorso di idee, rivolto agli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado.

Sempre lo stesso giorno, alle ore 14, il Senato della Repubblica propone ai docenti, degli istituti di ogni ordine e grado, un’attività di formazione finalizzata all’illustrazione delle iniziative proposte alle scuole, dei materiali e degli strumenti utili per la ricerca e per l’approfondimento. Una parte dell’incontro sarà inoltre dedicata alla conoscenza del Parlamento italiano, con particolare riferimento al Senato della Repubblica: storia, composizione, organi e loro funzioni, attività, documentazione prodotta e canali di informazione per i cittadini, illustrazione delle diverse fasi del procedimento legislativo. Lo stesso evento si ripeterà il giorno seguente alle ore 12 e l’11 ottobre alle ore 14 e alle ore 15.

Sempre nello Spazio Arena è previsto, nei giorni 9 (ore 159, 0 (ore 19) e 11 (ore 11) un seminario dove verranno illustrate le iniziative per il mondo della scuola e dei giovani, curate dalla Camera dei Deputati: progetti, concorsi, percorsi di cittadinanza, il nuovo sito www.giovani.camera.it, visite di studio, attività sul territorio. Al termine verrà consegnato ai docenti del materiale didattico edito dalla Camera dei deputati.

 

L’Autorità Garante dell’infanzia e dell’adolescenza organizzerà un evento, il 9 ottobre alle ore 16. Il laboratorio ha la finalità di illustrare gli strumenti forniti dalle “Linee di indirizzo per il diritto allo studio degli alunni adottati” e dalle “Linee guida per il diritto allo studio delle alunne e degli alunni fuori della famiglia di origine” al fine di aprire uno spazio di riflessione utile all’accoglienza di alunni con particolari storie alle spalle e con comportamenti complessi. Il lavoro toccherà temi quali: il ruolo dell’insegnante e la possibilità di immaginare spazi di supervisione per le situazioni specifiche problematiche, il dialogo scuola famiglia, la narrazione in classe. Verrà proposta una riflessione su un caso ideale ma concreto. La metodologia sarà sia frontale sia in gruppo e sempre completamente interattiva, cooperando e avvalendosi di spunti propri dell’approccio autobiografico. Verranno forniti materiali. Interverrà Paola Ricchiardi, dell’Università degli studi di Torino, ed esperta di Diritto allo studio per i minori che vivono al di fuori della famiglia d’origine. Lo stesso evento si ripeterà il giorno 11 ottobre alle ore 12 con l’intervento di Anna Guerrieri, Referente del Coordinamento delle Associazioni familiari adottive e affidatarie in Rete (CARE) presso il Forum Nazionale delle Associazioni dei Genitori della Scuola (FONAGS). Esperta in didattica integrativa.

Il 10 ottobre, alle ore 13 verrà presentato il Progetto Generazioni Connesse – Safer Internet Centre Italia, che ha rinnovato il processo di accompagnamento per la dotazione di un documento di ePolicy da parte delle scuole: da ottobre 2019 una piattaforma eLearning guiderà i docenti nell’acquisizione di competenze e nella stesura del documento. Ogni Istituto potrà così dotarsi di una e-Policy, un documento programmatico e operativo per promuovere le competenze digitali e l’uso delle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione) nella didattica; prevenire situazioni problematiche; riconoscere, gestire, segnalare e monitorare episodi legati ad un utilizzo scorretto degli strumenti. Sono previsti interventi di Mauro Cristoforetti, Coordinatore Area Tecnologie Digitali E.D.I. Onlus, Brunella Greco, Thematic Advisor – Save the Children Italia.

Alle ore 16,Peer e Media Education e nuovi ambienti per l’apprendimento”. La Peer&Media Education (PME) nasce dall’intersezione di differenti ambiti disciplinari e offre un modello di prevenzione e intervento socio-educativo basato su una metodologia attiva che integra differenti metodi e tecniche al fine di favorire l’empowerment dei soggetti coinvolti nei processi, e in funzione dello sviluppo di consapevolezza critica e responsabilità. Il risultato è una forma innovativa di presenza educativa e di prevenzione che riconosce nelle tecnologie digitali uno spazio e uno strumento di intervento grazie all’attivazione di competenze sociali diffuse, nella prospettiva di un superamento della dicotomia tra presenziale e digitale. Interventi di Michele Marangi, docente di tecnologie dell’istruzione e dell’Apprendimento e Peer&Media Education, Monica Ciminaghi e Silvia Sampaolesi docenti dell’I.C. Sanzio di Falconara.

È possibile utilizzare Instagram come strumento didattico? La risposta è sì. Ad oggi Instagram è una delle piattaforme che più di altre si presta a questa innovativa “trasformazione“ in ambito didattico. Un tema che verrà affrontato durante il seminario del 10 ottobre alle ore 14 con “Parole O_Stili: come fare lezione in classe con Instagram”. Obiettivo del seminario è di rendere consapevoli gli insegnanti (e poi i ragazzi) della specificità dello strumento nella valorizzazione della narrazione e della cura nell’uso delle parole. Interverranno Orazio Spoto di Newmi srl e Co-fondatore di Instagramers Italia, Silvia Benuzzi professoressa di filosofia, Rosy Russo presidente dell’Associazione Parole O_Stili.

Sempre lo stesso giorno, alle ore 15 verrà presentata la piattaforma ELISA e il contrasto al Bullismo e Cyberbullismo: risultati e prospettive ad un anno di lancio. Nell’occasione verrà presentato un bilancio su quanto è stato svolto, il numero dei docenti e delle scuole coinvolte e verranno promosse le future azioni sulla piattaforma ELISA. Sono previsti interventi di Giuseppe Pierro della Direzione Generale per lo Studente, Ersilia Menesini Ordinario di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione dell’Università di Firenze e Benedetta E. Palladino Assegnista di ricerca dell’Università di Firenze.

L’11 ottobre alle ore10 verrà presentato il seminario “Il project-based learning con gli strumenti presi a prestito dalle imprese”: il resoconto di un esperimento con SCRUM, che ha coinvolto studenti e docenti. Angelo Sala, responsabile didattica, racconterà come si è svolta l’esperienza con gli studenti, quali sono state le impressioni raccolte e come poter sfruttare questo metodo per partecipare alle challenge di International STEM Awards, un progetto per gli studenti dai 7 ai 25 anni che premia i talenti e progetti di valore.

Per info e iscrizioni