In questa area sono affrontati numerosi aspetti del rapporto tra scuola e mondo del lavoro anche in chiave comparata. Si tratta di una tematica che con l’introduzione dell’alternanza e dell’apprendistato ma anche con lo sviluppo degli ITS sta assumendo un ruolo centrale anche nel nostro paese.

Con l’introduzione dell’alternanza scuola lavoro e con gli sviluppi dell’industria 4.0, il tema del rapporto col mondo del lavoro ha assunto una grande importanza e spinge la scuola verso una profonda innovazione. In questa area tematica sono presentate anche alcune analisi comparate su tematiche di grande attualità al centro del dibattito in Italia.

E’ prevista una attività preliminare alla partecipazione a Didacta che consiste in una lezione introduttiva al tema e un intervento in presenza di un esperto al quale si potranno porre domande. Sarà attivato un forum di supporto alle attività di formazione.

Workshop percorso formativo

L’Unità italiana di Eurydice presenterà alcuni dati comparativi su scala europea relativi alla figura professionale del docente. Verranno presentati e discussi dati quantitativi relativi al contesto demografico della popolazione docente in Europa per poi passare ad analizzare, attraverso dati qualitativi di fonte Eurydice, le politiche degli Stati membri sulla formazione iniziale e sul reclutamento, sulle condizioni di servizio, sugli stipendi e sullo sviluppo professionale continuo. Saranno poi forniti dati relativi alla percezione che la società e gli insegnanti stessi hanno della loro professione e si parlerà delle politiche nazionali per migliorarne l’attrattiva.

Introduzione a cura di:

Simona Baggiani

L’Unità italiana di Eurydice presenterà durante il workshop l’organizzazione e l’offerta dei percorsi di studio professionalizzanti di livello terziario in alcuni Paesi europei. Particolare attenzione verrà data ai corsi che portano al conseguimento di qualifiche specifiche legate alle esigenze di un settore produttivo di un determinato territorio. Verranno presi in esame i seguenti aspetti: istituti che offrono corsi di studio a orientamento professionale, organizzazione del percorso di studi e qualifiche rilasciate.

Introduzione a cura di:

Erica Cimò

L’incontro è centrato sullo sviluppo delle competenze richieste dai più moderni processi di automazione industriale e sarà l’occasione per presentare le tecnologie esponenziali, far capire cosa sono e quali effetti avranno sul mondo del lavoro e sul nostro sistema economico. Il workshop affronterà poi il tema del “laboratorio in classe” aperto all’innovazione, alla creatività e in grado di favorire l’iniziativa autonoma degli studenti. A momenti di presentazione si alterneranno fasi operative, anche utilizzando specifiche tecnologie messe a disposizione dei partecipanti durante l’evento.

Introduzione a cura di:

Andrea Geremicca
Nicolò Nicolosi

 

La Legge 107/2015 ha sollecitato in Italia una maggiore sinergia tra il mondo della scuola e quello del lavoro, introducendo l’obbligatorietà dei percorsi di alternanza per tutte le scuole secondarie di secondo grado. Il ciclo di vita dell’Alternanza è oggi costituto da un insieme di azioni e processi che necessitano di una riflessione culturale che sappia coinvolgere la scuola, anche allo scopo di intercettare l’innovazione e rinnovare l’architettura di saperi e competenze. Che ruolo giocano, nella cornice di questo cambiamento, gli attori del mondo del lavoro? In discussione è il modello educativo della lezione frontale, culturalmente radicato ma che necessita di importanti adeguamenti e trasformazioni. Nuove opportunità didattiche, metodologiche e organizzative sono oggi rese disponibili dalle esperienze legate al sistema produttivo e dei servizi. Le dimensioni dell’alternanza che verranno raccontate in questo workshop propongono soluzioni innovative per l’articolazione di contenuti e l’utilizzo di metodologie: dalla Financial Literacy alla monetica e al Design Thinking che, per la scuola, rappresentano esempi cui attingere per la trasformazione del curricolo.

A cura di:
Carlo Mariani
Massimiliano Gianotti
Guido Guidarini
Giovanna Neffat
Enrico Ferrari
Silvia Mascalchi
Antonella Diana
Imma Di Tomaso
Catia Cantini
Lorenzo Pierazzi
Chiara Cheti
Daniela Mancini
Rodolfo Sarli
Elena D’Incerti

Gli Istituti Tecnici Superiori sono nati nel 2010 per formare tecnici altamente specializzati in aree strategiche per lo sviluppo del Paese e rappresentano la prima esperienza italiana di offerta formativa terziaria professionalizzante non universitaria. L’Indire sta conducendo un’attività di ricerca sugli ITS, con l’obiettivo di fornire alla comunità scolastica e al mondo del lavoro esempi di una contaminazione autentica e virtuosa tra sistema formativo e mondo produttivo. In questo workshop saranno presentati gli esiti della ricerca condotta su un campione di ITS, che riguardano i seguenti aspetti: esempi e strumenti organizzativi e didattici; sviluppo delle soft skills e competenze degli studenti.

Introduzione a cura di:

Alessandro Mele
Angelo Candiani
Giorgio Spanevello
Claudio Senigagliesi
Stefano Giacomelli
Valerio Nadal
Claudia Consiglio
Riccardo Rosi
Paola Fantini
Nadia Garuglieri
Antonella Zuccaro
Annalisa Buffardi
Gabriella Taddeo
Luisa Aiello
Veronica Forni
Manuela Suppa
Antonella Lombardi

Esperienze:

Tervilli Damiana

 

È possibile conciliare l’obbligo normativo di inserire l’alternanza scuola-lavoro nei curriculi di tutti gli indirizzi di scuola secondaria di secondo grado con l’esigenza di far acquisire agli studenti la competenze chiave per l’apprendimento permanente “spirito di iniziativa e imprenditorialità”? Quale strategie possono mettere in atto le scuole per rispondere efficacemente a questa sfida? Quale vantaggio può trarre un impresa nel collaborare con la scuola nel co-progettare un curriculo che sia basato su un approccio school – work based learnig? Nel Workshop si evidenza la definizione che la comunicazione della Commissione Europea COM (2006) 33 esplicita e chiarisce per il concetto di imprenditorialità e si esaminano alcune azioni messe in atto a livello Nazionale ed Europeo che possono essere da guida alle scuole e ai docenti per orientarsi a trovare soluzioni rispondenti al contesto e alla tipologia di scuola. A livello Europeo sono presentati i risultati, ancora non definitivi, del progetto ICEE “The Innovation Cluster for Entrepreneurship Education” (2015-2018).
Vengono poi presentate due esperienze di alternanza scuola lavoro che attraverso strumenti digitali possono rispondere, anche solo in parte, ai quesiti iniziali: l’esperienza delle mini-imprese organizzate da JA Italia e quella di IFS (Impresa Formativa Simulata).

Introduzione a cura di:

Anna Brancaccio
Miriam Cresta
Livia Di Nardo
Liliana Borrello
Marta Consolini

Esperienze:
Marta Consolini (Università di Bologna)

 

TuttoAlternanza è un progetto di formazione online pensato per rendere più efficaci i percorsi di alternanza scuola-lavoro. TuttoAlternanza mette a disposizione degli utenti una serie di strumenti, kit e informazioni utili a progettare e gestire con successo un percorso di alternanza. L’ambiente online propone attività in e-learning su autoimprenditorialità, business planning, comunicazione, sicurezza e soft skills, allo scopo di supportare l’intero sistema scuola nell’avvicinamento alle aziende e nell’interazione con il mondo del lavoro. Questo incontro sarà l’occasione per capire le caratteristiche del progetto e per capire come la formazione costituisca una condizione fondamentale per il successo dell’operazione strategica di avvicinamento tra il mondo della scuola e quello del lavoro.

Introduzione a cura di:

Valerio Giangrande
Anna Federico
Tiziano Fazzi
Giovanni Vinciguerra
Concetta Russo
Francesca Caprino
Francesco Di Rende
Donatello Viggiano
Giulia Felici
Marino Mazzocca
Domenica Di Sorbo
Raffaella Massaccesi
Paola Giardino

Il ws intende fornire un panorama articolato dell’alternanza scuola lavoro in Italia e in Europa.
Il ws sarà caratterizzato dalla partecipazione di esperti che affronteranno il tema da diversi punti di vista (scuola, istruzione e formazione professionale, formazione) fornendo una rappresentazione del sistema duale italiano e dei suoi sviluppi futuri.

Il sistema duale tedesco coinvolge 1.400.000 ragazzi tra i 15 e 25 anni e prevede, per un periodo che varia dai 2 ai 3 anni, un’alternanza tra formazione teorica in una scuola professionale e l’esperienza pratica in fabbrica, negli uffici e nei laboratori. È una modalità che ha dimostrato di garantire agli studenti di accedere velocemente al mondo del lavoro: in Germania la disoccupazione giovanile è nettamente al di sotto della media europea. E’ effettivamente un modello replicabile in Italia?

Ne discuteranno:

Il Presidente Prof. Ing. Emanuele Gatti (Presidente Camera di Commercio Italiana per la Germania e.V. ITKAM)
il Dott. Giuseppe Tripoli (Segretario Generale UNIONCAMERE)
il Dott. Andreas Hurst (Head of Global Market Management Didactic Festo CTE)
la Dott.ssa Carmela Palumbo (Direttore Generale Dipartimento per l’Istruzione MIUR)
il Dott. Volker Rieke (Direttore del Dipartimento Internazionale nel Ministero per la Formazione e la Ricerca)

Il seminario sarà moderato dalla Dott.ssa Anna Paola Concia (Assessora alle Relazioni Internazionali e Cooperazione, Turismo Fiere e Congressi, Marketing territoriale, Attrazione di Investimenti – Comune di Firenze).

Per il seminario è disponibile un servizio di interpretariato simultaneo tedesco-italiano italiano-tedesco.

Introduzione a cura di:

Emanuele Gatti
Carmela Palumbo
Anna Paola Concia