21 May 12:30-14:30 Padiglione Volta - sala I12

Umanesimo digitale: dall’homo faber all’homo digitalis le nuove sfide educative

Valido per il rilascio di attestato di frequenza attività formativa

L’evoluzione tecnologica degli ultimi anni ha modificato in misura sostanziale la quotidianità dei bambini e degli adolescenti e ha influito in modo significativo sul loro sviluppo cognitivo, relazionale, affettivo. L’incrementale esposizione alle piattaforme digitale e la continua evoluzione di queste hanno fatto sì che oggi i ragazzi non siano solo fruitori passivi, ma veri e proprio creatori di contenuti. Questi prodotti sono quotidianamente creati e condivisi dai più giovani e stanno alimentando il mondo del web, ma stanno anche contribuendo alla creazione di una identità condivisa digitale. Spesso questo avviene senza un accompagnamento consapevole da parte dell’adulto di riferimento, a volte non adeguatamente formato, o non a conoscenza di tutte le possibilità di accesso al digitale.
In questo contesto, da diversi anni, Telefono azzurro si occupa di approfondire il rapporto tra i bambini e il mondo digitale, in costante evoluzione, analizzando in un’ottica di bilanciamento fra i rischi e le opportunità. Allo stesso tempo il nostro lavoro è concentrato anche sul fornire una guida attenta agli adulti di riferimento che quotidianamente accompagnato bambini e adolescenti nel loro percorso di crescita e sviluppo.
È fondamentale che docenti ed educatori siano formati e conoscano tutte le possibilità offerte dalle più recenti piattaforme digitali, ma è altrettanto fondamentale che conoscano e comprendano quali sono i comportamenti che attualmente bambini e adolescenti adottano in Rete.
Cosa fare per garantire il Webfare( welfare digitale) dei nostri studenti?
Che ruolo gioca la tecnologia digitale nel definire il nostro livello di benessere e salute mentale?

Modera

  • Daniele Chieffi, giornalista

Relatori

  • Prof.re Ernesto Caffo, Presidente Fondazione SOS Il Telefono Azzurro onlus
  • Guido Scorza, Componente del Garante per la Protezione dei dati personali
  • Giuseppe Iacono, Coordinatore Repubblica Digitale, Dipartimento per la trasformazione digitale.
  • Patrizia Lotti, Ricercatrice Indire
  • Daniele Barca, Dirigente scolastico IC Modena 3
  • Costanza Andreini, Public Policy Manager di Meta, Italia e Grecia