Il tema dell’innovazione tecnologica nella didattica è uno dei più discussi e importanti degli ultimi anni e si inserisce all’interno del dibattito sulle infinite possibilità che le nuove tecnologie potrebbero apportare alle metodologie didattiche e a supporto degli insegnanti.

Il tema è molto dibattuto e non è semplice risolvere tutti i nodi che comporta, tenendo in considerazione che l’applicazione delle tecnologie nelle classi riguarda sia la scuola primaria, che la scuola secondaria.

Le tecnologie didattiche innovative sono state già impiegate negli ultimi anni in sempre più numerose attività in classe di ogni disciplina, e si sono rivelate uno strumento importante.

Non ci sono però dubbi che esse debbano accompagnare una riflessione importante sulle stesse metodologie didattiche, non potendo essere un dispositivo che le sostituisce o le semplifica, ma di potenziamento delle stesse.

 

Gli strumenti innovativi in classe

In questi ultimi anni la scuola italiana ha cominciato a dotarsi degli strumenti tecnologici necessari a supportare la didattica, operazione prevista anche dal piano nazionale per la scuola digitale.

Alcuni nuovi oggetti tecnologici sono senza dubbio importanti per la didattica, dalle lavagne digitali all’uso dei tablet, si è cercato anche di potenziare la rete Wi-Fi per le scuole.

Ma gli strumenti possono non essere solo legati a veri e propri oggetti tecnologici, quanto anche all’utilizzo delle tecnologie on-line ci ha messo a disposizione.

Con progetti specifici ovviamente e un utilizzo che deve essere ben bilanciato, specialmente per gli alunni e le alunne più piccole, l’utilizzo degli strumenti del web 2.0 può accompagnare positivamente molte attività didattiche.

Dalla costruzione di blog e podcast, allo scambio di informazioni e documenti tramite servizi di file hosting, vedremo meglio come possono essere messi al servizio della didattica.

 

Le competenze degli insegnanti

Tutti gli strumenti, gli oggetti, i metodi che le tecnologie ci offrono si integrano nella didattica in maniera fruttuosa ovviamente grazie alle competenze digitali degli insegnanti.

Anche in questo caso il ruolo dell’insegnante non è semplicemente centrale, ma vitale per qualsiasi iniziativa innovativa.

Purtroppo è certamente in certi casi un compito gravoso che si somma al già complesso ruolo dell’insegnamento.

Ma è solo grazie ad una consapevolezza sul ruolo del digitale che si può creare nel contesto classe un percorso di ricerca comune che coinvolga docenti e alunni nell’utilizzo conscio e responsabile delle nuove tecnologie, al fine di potenziare e innovare le metodologie didattiche.