Un approccio pedagogico che promuova la progettazione di percorsi di apprendimento (learning) finalizzati alla realizzazione di un servizio (service). Stiamo parlando dei workshop “Service Learning per il primo ciclo di istruzione e le pluriclassi” e “Service Learning per il secondo ciclo di istruzione” in programma rispettivamente venerdì 19 ottobre dalle 14 alle 16 e sabato 20 ottobre dalle 11,15 alle 13,15. I riferimenti teorici del Service Learning si collegano al pensiero di John Dewey, con l’apprendimento esperenziale, e di Paulo Freire con la sua “Pedagogia degli oppressi”. Sono molte le definizioni che vengono date a questo tipo di approccio, tra tutte ricordiamo quella di Maria Nives Tapia, che lo definisce come un “insieme di progetti o di programmi di sevizio solidale, con una partecipazione da protagonisti fino alla valutazione conclusiva e collegato in modo intenzionale con i contenuti di apprendimento, includendo contenuti curricolari, riflessioni, sviluppo di competenze per al cittadinanza e il lavoro”.

 

Info sugli eventi:

Service Learning per il primo ciclo di istruzione e le pluriclassi
Target: Piccole scuole
Data: 19/10/2018
Orario: 14 – 16
Tipologia: immersive
Iscriviti al workshop!

 

Service Learning per il secondo ciclo di istruzione 
Target:
 Secondaria II grado
Data: 20/10/2018
Orario: 11,15 – 13,15
Sala: C2 Inferiore
Tipologia: immersive
Iscriviti al workshop

 

Per un approfondimento leggi l’intervento della ricercatrice Indire Lorenza Orlandini:

Affermatosi negli Stati Uniti, il SL si è poi diffuso progressivamente a livello mondiale in particolare in America Latina. Oggi, esperienze consolidate sono presenti anche in Europa, in Spagna (Aprendizaje-servicio), Germania (Lernen durch Engagement) e Gran Bretagna (Civic engagement education). A partire dal 2016 anche in Italia, attraverso iniziative specifiche promosse dal Ministero dell’Istruzione, sono state avviate alcune azioni per la formazione dei docenti e per la diffusione di questo approccio nelle scuole. A conclusione di questo percorso, a marzo 2018 si sono svolte a Firenze le Olimpiadi del Service Learning che hanno visto la partecipazione di oltre 100 istituti scolastici.

Per poter parlare di SL, le attività realizzate dalle scuole devono essere inserite nel curricolo scolastico, rispondere a un bisogno/problema presente nel contesto di riferimento, individuare soluzioni insieme ai membri della comunità e favorire il protagonismo degli studenti in tutte le fasi: dall’ideazione alla valutazione e alla disseminazione (Fiorin 2016).

Numerose ricerche hanno evidenziato che le attività di SL sono funzionali all’innalzamento dei livelli di competenza, al miglioramento dell’autostima, della motivazione allo studio, della partecipazione alle attività scolastiche e favoriscono l’acquisizione di comportamenti pro-sociali.

Il primo workshop immersivo sul tema del SL, dal titolo “Service Learning nel primo ciclo e nelle pluriclassi” è aperto alla partecipazione di dirigenti scolastici e docenti delle scuole del primo ciclo di istruzione. Un approfondimento particolare sarà dedicato al contesto delle pluriclassi, a gruppi di alunni eterogenei per età (classi aperte) e alle esperienze sviluppate all’interno della rete delle Piccole Scuole di Indire. Le attività prevedono la partecipazione dei docenti e della dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo “Amerigo Vespucci” di Vibo Marina (VV) e sono organizzate per fornire un inquadramento generale sull’approccio pedagogico del Service Learning, strumenti di riflessione su percorsi intrapresi e modalità di riflessione su quanto già realizzato dalle singole scuole. Nel corso del workshop sarà distribuito un toolkit che raccoglie strumenti e materiali per la progettazione, la documentazione e la valutazione dei percorsi.

Il secondo workshop, “Service Learning per il secondo ciclo di istruzione”, è rivolto a dirigenti scolastici e a docenti delle scuole del secondo ciclo di istruzione. Le attività prevedono un’introduzione generaleall’approccio, con la partecipazione del Liceo “Attilio Bertolucci” di Parma e dell’ISI “Sandro Pertini”, due scuole fondatrici del Movimento delle Avanguardie Educative. Seguirà una fase di riflessione finalizzata a individuare le possibili connessioni tra le attività già realizzate dalle scuole con le caratteristiche del SL. A conclusione di questa fase, è prevista la progettazione guidata di un percorso didattico, anche ex novo, tramite schede e materiali che verranno forniti ai partecipanti. Nel corso del workshop saranno presentate anche le “Linee Guida per l’implementazione dell’idea Dentro/fuori la scuola – Service Learning”, un documento frutto del lavoro dei ricercatori Indire e di tre scuole del Movimento delle Avanguardie Educative: l’Istituto Comprensivo “Amerigo Vespucci” di Vibo Marina (per il primo ciclo di istruzione), il Liceo “Attilio Bertolucci di Parma e l’ISI “Sandro Pertini” di Lucca (per il secondo ciclo di istruzione). Alcuni estratti delle Linee Guida saranno messi a disposizione dei partecipanti per la progettazione dei propri percorsi.