22 May 11:30-13:30 Padiglione le Ghiaie - sala I14

La lipidomica in cucina: dalla parte dei grassi…in senso molecolare!

Valido per il rilascio di attestato di frequenza attività formativa

Nell’alimentazione una grande novità è stata impressa dalla disciplina della lipidomica, che studia i grassi indispensabili all’organismo umano per formare le membrane cellulari e per permettere normali funzioni per i vari processi di ricezione e invio di segnali, di immunità e riconoscimento, di infiammazione, di adattamento. L’equilibrio molecolare dei grassi a livello della membrana ha influenzato in modo pratico la conoscenza dei grassi da utilizzare nell’alimentazione, per ottenere effetti positivi sui grassi corporei: meno accumulo adiposo, più energia, prevenzione di stati infiammatori. E’ necessario che la didattica scolastica inserisca la lipidomica e la nuova concezione dei grassi e della membrana cellulare nell’insegnamento scientifico delle scuole superiori e di istituti tecnici, come ad esempio gli istituti alberghieri e tecnici che si occupano degli alimenti. Lo scopo che si ottiene è quello di incrementare la consapevolezza, necessaria all’adolescente (ma anche ai professori!) per creare un mondo migliore, a partire dall’alimentazione, per sé e per gli altri. Questo approccio è stato sperimentato con Istituti Alberghieri che hanno trovato molto creativo l’incontro didattico. Viene proposto un workshop immersivo che, partendo da schede di alimenti e dei grassi in essi contenuti, appositamente preparate online, consentirà ai convenuti di creare un mini-libro di ricette “lipidomiche” che si caratterizzano per le scelte dei grassi, calcolandone l’effetto sulle funzioni cellulari e sul mantenimento di un ottimale equilibrio molecolare. Si mostreranno alcune caratteristiche dei grassi più comuni utilizzati in cucina, ed “effetti speciali” dati dalla variazione di temperatura, mediante video appositamente preparati.

Relatori

  • Carla Ferreri – ricercatore presso ISOF-CNR Bologna
  • Anna Sansone – ricercatore presso ISOF-CNR Bologna
  • Annalisa Masi – ricercatore presso ISOF-CNR Bologna
  • Domenicaantonio Galatà – ricercatore presso ISOF-CNR Bologna