21 May 09:00-10:30 Palazzina Lorenese - sala S5

Identità sospese. Il bisogno di ascolto,accoglienza e inclusione dei bambini e adolescenti ucraini

Valido per il rilascio di attestato di frequenza attività formativa

Al termine di un biennio in cui la pandemia ha minato ogni certezza, ogni possibilità di progettare e di immaginarsi stabilmente nel futuro,la paura per quanto sta accadendo in Ucraina tocca grandi e piccoli.
La velocità e la massività con cui le immagini, vere o fake, vengono condivise sui social rendono quanto sta accadendo ben più vicino della mera collocazione geografica.
L’arrivo nel nostro Paese di centinaia di bambini e adolescenti ucraini ci porta a riflettere sull’importanza dell’ascolto dei loro bisogni di accoglienza e inclusione. Siamo di fronte a identità “sospese”, caratterizzate dal tentativo di integrarsi in un territorio che non gli appartiene ma con il costante pensiero e speranza di tornare il prima possibile nella propria terra.
Il ruolo e il modello di azione elaborato da Telefono azzurro nella gestione di questa nuova emergenza.

Modera

  • Manuela Plastina, giornalista quotidiano La Nazione

Relatori

  • Prof.re Ernesto Caffo, Presidente Fondazione SOS Il Telefono Azzurro onlus
  • Daniele Barca, dirigente scolastico IC Modena
  • Corrado Zunino, inviato de La Repubblica