22 May 14:00-15:30 Palazzina Lorenese - sala S3

Epos, mythos e logos: tre categorie antiche per la comprensione di fenomeni artistici moderni

Valido per il rilascio di attestato di frequenza attività formativa

Epos, mythos e logos sono considerati generi letterari; tuttavia se si meditano a fondo si coglie che ciascuno è un aspetto della capacità di linguaggio dell’uomo. Tutte le arti ricorrono a un linguaggio specifico, che ha al contempo caratteri comuni: rapporto con la tradizione (epos), suscita immagini (mythos), si presta a veicolare un senso (logos): ecco tre formidabili strumenti di lettura dei vari piani di cui consta ogni fenomeno artistico. Messi di fronte a diverse tipologie di linguaggio artistico (figurativo, architettonico, letterario, musicale) i partecipanti saranno in grado di cogliere i diversi piani linguistici presenti in un’opera d’arte nel suo rapporto con la tradizione e nei suoi aspetti innovativi e di fondazione del futuro) in modo anche da cogliere la complessità e la stratificazione dell’esperienza estetica e del giudizio sulla bellezza di un’opera.

Relatori

  • Giuliana Scotto, dottore di ricerca, professore a contratto di Estetica dei linguaggi audiovisivi – Università IULINE – Firenze